Download Autobiografia di Carlo Tresca by Autobiografia di Carlo Tresca. Introduzione e note di Nunzio PDF

  • admin
  • April 20, 2017
  • History 2
  • Comments Off on Download Autobiografia di Carlo Tresca by Autobiografia di Carlo Tresca. Introduzione e note di Nunzio PDF

By Autobiografia di Carlo Tresca. Introduzione e note di Nunzio Pernicone

In vari momenti della sua carriera, Carlo Tresca ha definito se stesso socialista, sindacalista e anarchico. in step with gli studiosi che insistono con le etichette, anarco-sindacalista è l. a. definizione che meglio descrive los angeles posizione di Tresca nella gamma dei movimenti delle ideologie rivoluzionarie. Ma Tresca non può essere classificato nettamente e messo in una casella. Tra i meno settari dei rivoluzionari, giudicava gli uomini dalle loro azioni, non dalla bandiera alla quale prestavano obbedienza. A causa del suo approccio pragmatico al pensiero ed all'azione, Tresca resta un personaggio fuori dai ranghi tra gli anarchici italiani in the United States. Molti di costoro lo amavano; altri lo consideravano una character non grata. Di conseguenza, gli angusti limiti del movimento anarchico non costituiscono il contesto appropriato in step with studiare e apprezzare l'uomo che Max Nomad definì in modo molto appropriato come "ribelle senza uniforme." l. a. sua carriera dev'essere collocata invece nei più vasti confini del radicalismo e del sindacalismo italo-americani.
Questo l'ambiente culturale e politico nel quale, in line with circa quarant'anni, Carlo Tresca si distinse come ardente freelance della rivoluzione, tribuno dinamico che guidò i lavoratori italiani immigrati in innumerevoli battaglie contro le forze del capitalismo, del fascismo e del comunismo. Ma, come noto, le sue best battaglie furono combattute a Sulmona, come Segretario della locale sezione del Sindacato Fuochisti e Macchinisti (ferrovie) e come direttore del giornale socialista Il Germe.

Show description

Read Online or Download Autobiografia di Carlo Tresca PDF

Similar history_2 books

Les collègues du prince sous Auguste et Tibère: de la légalité républicaine à la légitimité dynastique

Los angeles restauration par Auguste de los angeles collégialité à l. a. tête de l'État ne constitue pas le moindre des paradoxes d un régime qui reposait par ailleurs sur le charisme du pnnceps. Il y avait là une expérience de gouvernement qui avait une originalité et qui mérite une étude d ensemble. l. a. permanence au début de l'Empire de l. a. suggestion de collega est un phénomène bien attesté qui justifie l'attention portée à l'analyse des pouvoirs exercés dans un cadre collégial; ce qu'il est d'usage de désigner par los angeles «co-régence » n'est donc pas une fiction juridique et s'apparente à une réalité du droit public.

Roman Republican coin hoards

Sorry, very bad experiment, the plates are virtually misplaced.

Cadet Gray: A Pictorial History of Life at West Point as Seen Through its Uniforms

It is a wide background of the U. S. Armys cadet corps and academy with many interval illustrations, glossy images, and lots more and plenty fabric on uniforms, drawing seriously at the West aspect Museum Collections. the us army Academy was once proven in 1802 at West element, big apple, at the Hudson River.

Extra info for Autobiografia di Carlo Tresca

Sample text

Maledisse l’altro mio compagno. Ero troppo giovane e troppo ingenuo per capire. Non dovevo andare e abbandonarla nella disperazione. “Morirò, Cariuccio. ” “Mamma”, replicai, “mamma: è il dovere che mi chiama. ” Discutemmo per un’ora, lì, all’angolo della strada. Pioveva. Il viso di mia madre era bellissimo, risplendente di luce: luce di amore e ansia. Le sue lacrime si mescolavano alle gocce di pioggia, scivolando lentamente sulle sue guance. Mi baciò le mani, lievemente, quando capì che stavo per cedere.

Anni dopo rivivemmo entrambi quei momenti della nostra vita. Fu nel corso dello sciopero a Mesaba Range, quando mi ritrovai prigioniero dello Stato del Minnesota, con l’accusa di omicidio di primo grado. Ero diventato un uomo e mia madre, laggiù in Italia, era diven­ tata un’anziana signora, amata e rispettata devotamente. Le sue idee sulla morale, la società e la religione erano molto lontane dalle mie, ma lei mi capiva. Mi spedì in prigione un suo ritratto insieme alle sue benedizioni. La foto fu il coronamento della mia carriera; mia madre l’aveva fatta apposta per me, seduta su una grossa sedia, leggendo l’Avvenire, il giornale che allora stavo dirigendo a New York, sop­ presso, in seguito, per la sua politica antimilitarista.

XXXI XXX11 pur avendo vissuto negli Stati Uniti per quasi quarantanni, la padronanza dell’inglese da parte di Tresca era ancora imperfetta. Sebbene del tutto comprensibile e sovente molto espressivo, il suo inglese scritto conteneva invariabilmente errori di grammatica e di ortografìa. Per compensare i suoi limiti letterari, Tresca commissio­ nò a Max Nomad (vero nome Max Nacht) di scrivere per lui una versione raffinata del suo manoscritto4. Nomad, scrittore di sinistra, autore di parecchi libri sui rivoluzionari, scrisse due versioni del­ l’autobiografia; quella stilisticamente un po’ più raffinata divenne la versione “standard”5.

Download PDF sample

Rated 4.72 of 5 – based on 32 votes